E fu così che la Lega si fece partito.

Ciao Emilio

questa mia in risposta al tuo lusinghiero commento.

“l’Effetto e non la Causa”.

L’effetto: la corruzione dilagante, un tessuto sociale fragilissimo, lavoro nero etc. il sud versa in uno stato anomalo, per un paese definito “democratico” e liberale(?) come l’Italia è una vera sconfitta. Forse Brunetta avrebbe dovuto dire questo puntando il dito verso la vera causa “la politica” (da nord a sud).

Per il consenso (voti) sono capaci di vendere la propria madre, di mentire spudoratamente, denigrare un intero popolo. La storia e soprattutto i fatti dimostrano altro. Lo stato è latitante da oltre un secolo e le poche volte che si fa vedere da quelle parti, semina per non raccogliere. Lo stato è il peggior mafioso, il miglior amico del malaffare. Il continuo assistenzialismo (vi do’ un pezzo di pane e non rompete i c…) è il peggior rimedio per sanare enormi differenze in un paese democratico.

Il “new deal” per il sud Italia, la “cassa del mezzogiorno” si vide solo dopo 100 anni di unità. Quei miliardi per i quali oggi tutti in coro ci chiedono il conto (e la lega divenne un partito), sono stati usati per colmare le mancanze della politica e per ottenere “consenso”.

Potrei continuare per ore. Quello che sto cercando di fare con questo piccolo spazio è capire insieme a voi il perchè di questi disagi e quali sono le cause. Ebbene, Brunetta rappresenta tutto. Brunetta è parte della “causa”, è il parassita che vive sfruttando l’effetto.

E pensare che per salvare il sud fu invocato il Federalismo da molti politici della nuova Italia. (Gaetano Salvemini, il toscano Sonnino, Sturzo e tanti altri) Ma “federalismo non fu” per motivi che cercherò di raccontarvi più avanti. Forse oggi non esisterebbe Brunetta, Boss(ol)i, Tremorti e addirittura Berlusconi. Forse non avremmo avuto il fascismo. La Lega nasce invocando la “secessione”, ingrassando con gli effetti devastanti prodotti da una causa da loro ignorata per convenienza. La lega si è fatta partito perchè un popolo che non consoce la propria storia è un popolo che non può difendersi.

Se continueremo a correre dietro l’effetto senza pretendere di sapere la causa, ognuno si farà “partito”.

grazie di cuore Emilio … grazie per il tuo sostegno.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Noi Emigranti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a E fu così che la Lega si fece partito.

  1. Emilio Saad ha detto:

    Grazie per la risposta! Questa è la dimostrazione che voi grillini rispondete di persona ai cittadini che non ricoprono cariche istituzionali (come dovrebbe essere la norma).

    [uso il termine “grillini” anche se sarebbe meglio fare riferimento al MoVimento e non a Grillo, o almeno, sarà più opportuno quando il sito sarà pronto]

    Brunetta fa parte eccome della “causa” e non dovrebbe lamentarsi dell’effetto (in questo caso i problemi che ci sono nel Sud) se lui stesso fa parte della causa.

    L’assistenzialismo crea privilegi che non ci dovrebbero essere: vedi i baby-pensionamenti (una mia conoscente è in pensione dopo 15-16 anni di contributi), vedi la maggior parte dei politici e degli statali che non fanno il loro mestiere… tutto questo deve finire, altrimenti viene svantaggiato chi per arrivare a fine mese lavora.

    Ma anche conferire allo stato il compito di intervenire sullo sviluppo economico e sulla produttività porta quasi sempre alla corruzione. è ovvio: se un politico può finanziare qualcosa, perché non potrebbe farlo con chi lo ha aiutato a farsi eleggere? Se poi consideriamo i giornali e i telegiornali che abbiamo in Italia capiamo subito perché un politico ha “le mani libere per avere le mani bucate” (se mi passi il gioco di parole).

    La Lega incarna tutto il disagio settentrionalista che sia ha verso il Sud: il Sud è più povero, paga meno tasse, vi è più analfabetismo… e per attirare voti i suoi leader inneggiano ad una secessione, pur sapendo benissimo non avverrà mai (ma tanto a Bossi cosa importa: lui è in politica da più di 15 anni!). La Lega come partito non era male i primi anni per certi aspetti, poi è andata sempre più ad assomigliare agli altri partiti. Bossi si è venduto a Berlusconi. All’inizio era un suo “nemico politico”, ora e l’artefice più grande del berlusconismo, ancora più del Pd e di Fini… da 15 anni parlano di federalismo e non si è mai fatto…

    ecco: basterebbe guardare ai fatti.

    è da quindici anni che vuoi “abbattere” Berlusconi e non lo fai? (Partito Democratico, ex Ds e Margherita)

    Bisogna avere il buon senso di non votarli più!

    è da quindici anni che parli di federalismo e non lo fai? (Lega Nord)

    Non ti voto!

    è da quindici anni che sostieni Berlusconi e solo ora ti accorgi di chi è veramente? (Fli)

    NON TI VOTO! FUORI DAL PARLAMENTO!

    Di Pietro è il meno peggio, gliene va dato atto. Però lui è da tanti anni che fa il buono e il cattivo tempo nel suo partito. A livello organizzativo non è diverso da tutti gli altri partiti. Lui è una persona onesta e diligente, ma anche la Dc ai tempi di De Gasperi e Moro non era male, poi si è visto cosa è diventata!

    Infine il MoVimento. Sarò sincero, per ora sono un po’ deluso. Io sono iscritto con le mie generalità da Natale dell’anno scorso. Non si può decidere niente. Ovvio: voi decidete in maniera autonoma da Grillo. Ma voi “grillini” (con abuso di linguaggio, come ho già detto) siete comunque stipendiati. Mi spiego meglio.

    Il mio lavoro è l’università. Questo mi da prospettiva di lavoro e mi occupa l’80% del tempo di veglia. Quando avrò un lavoro comunque la maggior parte del tempo dovrò dedicarla al lavoro. Quindi è ovvio che, la maggior parte dei giorni, per poter fare politica attiva devo avere un sito in cui appunto votare e proporre: non posso scendere in piazza tutti i giorni e andare a manifestare! Questo per evidenti e ovvi limiti di tempo.

    Il sito non è completo. Da quanto tempo se ne parla?

    Oltre alle due questioni esposte poco sopra vorrei ricordare un’altra cosa.

    Se anche il sito del MoVimento sarà un giorno (si spera non troppo lontano) completo, Grillo avrà ancora il “monopolio mediatico” che ha adesso? Non si può negare che Grillo è il più famoso dei grillini appunto… io vorrei che ci fossero centinaia di migliaia di Grillo, non solo lui e poi tante persone che sono autonome, ma sconosciute. Ed è per questo che leggo il tuo blog, quello di Valeriani e di Marmiroli: mi piace discutere con tante persone che fanno politica con passione e non solo per i soldi. (è giusto essere stipendiati per quello che fate: dovete pur arrivare a fine mese anche voi!)

    Ovvio che non sto pretendendo che voi siate famosi come Grillo: è utopistico! Però neanche che Grillo dica una cosa sul suo blog e la maggioranza dei grillini sia subito d’accordo.

    E se Grillo dovesse dovesse morire di vecchiaia fra 10 – 20 anni? Il MoVimento sarà in preda all’anarchia più totale… ma scherziamo? Sia noi Beppe Grillo!!!!!!!!

    Ciao, spero di non averti annoiato e ti ringrazio a mia volta per la tua pronta risposta!

  2. vitocerullo ha detto:

    Emilio
    solo per precisare che io non percepisco compensi ne rimborsi spese dalla circoscrizione dove sono stato eletto (sono stati eliminati per il taglio ai costi della politica :-), sai partono dal gradino più in basso per fermarsi subito dopo. Non mi lamento, io vado avanti. Gli altri eletti in comune percepiscono in base al numero di abitanti. Olivieri ad esempio pubblica i suoi compensi su internet e mette a disposizione una parte del suo stipendio per iniziative virtuose dell’associazione reggiana.

    Per svolgere l’ottimo lavoro che porta avanti ormai da più di un anno, il resto dei soldi se ne vanno in trasferte, spese telefoniche e il tempo che impiega. Idem per i consiglieri regionali che si sono ridotti lo stipendio da 9.000 euro a 2.500 …credo siano gli unici in italia (purtroppo)

    Per tutto il resto, dobbiamo informarci il più possibile e coordinare le forze della società civile che si sta svegliando e vuole reagire. l’ignoranza può fare strage di ogni cosa.

    Saluti

  3. Emilio Saad ha detto:

    Non ho capito:

    tu non ricevi proprio nessun tipo di stipendio quindi?

    Ripeto: non che sia sbagliato, però è più facile investire il proprio tempo dove si guadagnano soldi (giustamente e con criterio, come fate voi del M5S).

    Ci dobbiamo coordinare, ma dobbiamo avere un portale efficiente. Adesso è tutt’altro e lo dico a malincuore!

  4. Antonio ha detto:

    Cosa c’entra lo stipendio di Cerullo? Avrà un lavoro privato. Preferisco la politica a 5 stelle anche a 8.000 euro al mese basta che sia fatta da uomini e donne coerenti con il programma, sempre sotto la stessa stella e non questi professionisti (si fa per dire) a vita.
    Effettivamente, il sito non è quello che tutti si aspettavano.
    ciao, Antonio

  5. Emilio Saad ha detto:

    Forse mi sono spiegato male.

    Io sto dicendo che è indispensabile un portale efficiente (e tu, Antonio, sei d’accordo sul fatto che non lo è) per fare in modo che tutti possano partecipare al MoVimento nei limiti del loro tempo. Non si può infatti pretendere che tutte le persone possano fare politica attiva tutti i giorni con la loro presenza fisica! (anzi, quasi nessuno ci riesce e fra questi ci sono io)

    Ho quindi detto: forse Cerullo riesce a conciliare la sua attività politica con la sua presenza fisica perché GIUSTAMENTE è stipendiato. E ripeto il giustamente: non si può infatti pretendere che uno faccia politica gratis. Con uno stipendio modesto sì, ma non gratis.

    E non sto mettendo in dubbio la laboriosità e la diligenza dei grillini: lo ha dimostrato Cerullo rispondendomi di persona con un post addirittura!

    Ti trovi sulle cose che ho detto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...