Un pensiero sulle 5 stelle: lettera di un magistrato.

Non posso che condividere il pensiero del dott. Lenzi e pubblicare su questo mio piccolo blog.

Di Norberto Lenzi, magistrato in pensione.
Pretore a San Donà di Piave e a Bologna fino all’abolizione delle Preture (1998),
è stato giudice unico del Tribunale e consigliere della Corte di Appello di Bologna.

“Taci grillaccio del malaugurio” gridò Pinocchio schiacciandolo sul muro con un martello.

Era esasperato dalle sue noiose prediche e di suoi faticosi consigli. Oggi i burattini del
teatrino della politica sembrano animati dalla stessa furiosa insofferenza. Non ne
possono più di questi strattoni populisti e dilettanteschi di un comico che pretende di
attentare addirittura alla loro sopravvivenza.

Le attenzioni e le riflessioni indotte dal primo V-Day si sono trasformate nella ripulsa a
volte aristocratica, a volte irridente ma anche violenta di quanto è stato detto nell’ultima
manifestazione di Cesena. Vendola ha parlato di eccesso di semplificazione e quindi di
atteggiamento sbagliato, essendo a tutti noto che non esistono soluzioni semplici per
problemi complessi e ha rivendicato il produttivo realismo del compromesso. Di Pietro
ha detto che non è più il momento della protesta ma quello della proposta.

Ho citato i commenti più affabili, tralasciando quelli sprezzanti e quelli offensivi pur
essendo questi più numerosi. Osservo che la semplificazione (praticata a larghe mani da
molti) è pur sempre un passo avanti rispetto alla falsificazione quotidiana della realtà che
ci viene propinata da politici e opinionisti più composti e (dicono) più autorevoli. I quali ci
hanno detto che la soluzione del problema dei rifiuti a Napoli e la gestione del dopo-
terremoto in Abruzzo debbono essere considerati i fiori all’occhiello di Berlusconi. Ci
hanno detto che l’Italia è uscita dalla crisi prima e meglio degli altri paesi. Che le difficoltà
a governare nascono solo dall’attacco dei magistrati che vogliono sovvertire il risultato
elettorale. Si potrebbe continuare.

Quanto alle proposte ricordo che Grillo ha parlato di energie rinnovabili vent’anni prima
di Obama
; che la ineleggibilità dei condannati e la raccolta di firme per una legge di
iniziativa popolare
sono state sostenute da lui per primo; che la battaglia contro la
privatizzazione dell’acqua lo ha visto in prima linea accanto a Padre Alex Zanotelli
quando ancora i politici erano assenti.

È stato il primo a segnalare la truffa della Parmalat e lo spoglio dei beni della T
elecom, le cui ossa biancheggiano al sole dopo l’abbandono di Tronchetti Provera
(vi ricordate il Tronchetto dell’infelicità?).
Questi non erano problemi complessi e non spettava a lui la proposta dopo le segnalazioni.
Chi altro si è mosso prima, durante e dopo?
Quando Grillo sbertucciò Craxi in diretta TV, l’uomo era un potente Presidente del
Consiglio e i giovani D’Alema e Veltroni facevano anticamera davanti al suo camper al
congresso di Rimini (con le fastose costruzioni dell’architetto Panseca pagate con i soldi
delle tangenti) postulando una benevola accoglienza. Bossi stava ancora sudando sulle

dispense di Radio Elettra per imparare i primi rudimenti di italiano. Anche quando questi
campioni del coraggio e della proposta si decisero ad infierire sul Craxi caduto Grillo non
venne riammesso in TV.

Ma il rinnovamento della classe politica, preteso come immediato ed effettivo, e non
come un rituale generico e volutamente inconcludente, non è una proposta? Grillo non
è la causa dei mali della politica ma l’effetto. Una politica onesta, seria e moderna
farebbe rifugiare Grillo nel suo buco a contare palanche, con soddisfazione e tranquillità
sue e nostre.
Mi rendo conto che la mia è una opinione isolata (e forse mi fa velo la
partecipazione sul palco del primo V-Day) però, rovesciando l’aforisma di Oscar Wilde,
quando troppe persone mi danno torto ho l’impressione di avere ragione.

Auguri Beppe e attento alle martellate.

Link articolo originale: http://domani.arcoiris.tv/la-violenta-ipocrisia-di-chi-vuole-schiacciare-il-grillo#more-9558

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...